@ph. Annalaura Cattelan
@ph. Ylenia Bonacina
@ph. Flavia Fusilli
@ph. Pietro Gigante
@ph. Nicola Fea
@ph. Paolo Fava
@ph. Enrica Gjuzi
@ph. Flavia Fusilli
@ph. Carmen Coppola
@ph. Pietro Gigante
@ph Ylenia Bonacina
@ph. Piero Conforti
@ph Edoardo Conforti
@ph Pietro Gigante
@ph Nicola Fea
@ph Flavia Fusilli

BraIN Taiwan, ovvero l’installazione messa in scena nell’ambito del fuorisalone 2019 negli splendidi spazi del Portico Richini e Portico San Nazaro all’università Statale di MIlano, dal collettivo artistico italo-taiwanese The Meet Lab composto dai curatori Louis Ma, Giampaolo Galenda, Elena Gemelli e i progettisti Beatrice Arenella, Andrea Bonessa, Nicola Brembilla, Lorenzo Palmeri.

Su incarico del Governo della Città di Tainan e del Dipartimento per lo Sviluppo Industriale del Ministero degli Affari Economici di Taiwan si è raccontata per la prima volta la capacità di progetto e innovazione della manifattura tessile taiwanese, mediante otto aree progettuali il cui scopo era quello esaltare le caratteristiche dei tessuti presentati.

I nostri 6 progetti  mostrano la proprietà di conduzione termica del grafene, il materiale più sottile conosciuto al mondo prodotto da Everest Textile; le caratteristiche idratanti e anti irritanti del tessuto prodotto da Eysan, a base di collagene  ricavato dagli scarti della lavorazione del pesce; i tessuti impermeabili e idrorepellenti e ancora i sorprendenti prodotti riflettenti della ShinKong Textile, che si illuminano con il flash.

CONNECTION
(EVER i-Film per corrente 12 V  200 W)

Il Progetto consiste in una serie di teli appesi al soffitto e distanziati, collegati tra loro mediante sottilissimi fili di rame con appese circa 50/100 piccole lampade Led, per un totale di 100/200 watt.
Ogni telo conduce una polarità di un sistema di alimentazione in DC 12 volt e quindi l’alimentazione dei led avviene attraverso i teli.
La brezzolina all’interno del porticato farà muovere leggermente sia i teli che le lampadine generando un piacevole effetto di movimento in cui le connessioni, come nella vita reale, non sono statiche ma mobili e alle volte anche frenetiche.

 

PRECISION AND BEAUTY
(Tessuto idrorepellente)

Il progetto consiste in una cornice realizzata in Tbond effetto specchio, su cui è teso un telo bianco lucido di materiale idrorepellente ad alta resistenza riempito, e per questo concavo, con dell’olio che si disporrà uniformemente così da presentarsi come una superficie assolutamente specchiante.

 

NATURE AND ADAPTABILITY
(Materiale idrorepellente rosso taiwan)

Il progetto consiste in una cornice sollevata a 100 cm da terra su cui è teso un telo di tessuto idrorepellente, puntellato in vari punti con delle calamite. Questo genererà una serie di depressioni che verranno riempite con acqua e all’interno delle quali galleggiano dei fiori.
I fiori verranno cambiati ogni giorno a richiamare la versatilità e diversità della natura che sono le stesse della capacità di Taiwan di adattarsi alle più diverse esigenze.

 

BEYOND THE VISIBLE
(Filo luminescente)

Venti sfere coperte da un filo luminescente sospese al soffitto. Basterà fotografarle con un flash e le sfere si illumineranno.

 

TRANSPARENCY AND BEAUTY
(Acrilic stone k series red, blue and trasparent)

Il progetto vuole richiamare la forma tradizionale utilizzata nei portali cinesi: l’omega. Nel nostro caso la porta a forma di omega sarà realizzata con cristalli acrilici fissati ad un telaio in legno con fili. I cristalli, illuminati dalla luce solare durante il giorno e quella artificiale durante la sera, genereranno dei giochi di riflessi.

 

TOUCH ME, FEEL ME, DISCOVER ME
(Tessuto alla cannella antibatterico colore bianco)

Il progetto consiste in una cornice verticale di dimensioni 300 x 140 cm, ottenuta da una porta riciclata, posata a terra al cui interno verrà teso il tessuto di colore beige pelle, particolarmente soffice.

Da una parte e dall’altra della cornice ci sono due sedie che permettono alle persone sedute, separate solamente dal tessuto, di toccarsi senza vedersi e quindi riconoscersi al tatto.
La performance genera un contatto fisico che avvicina le persone indipendentemente dal loro aspetto esteriore facendoci superare i confini dei pregiudizi e preconcetti.

 

Curatori
Louis Ma
Giampaolo Galenda
Elena Gemelli

Progetto
Bonessa Associati

Realizzazione
Bonessa Associati
Gabriele ….
Grafica Express

Anno
aprile 2019

Luogo
Università Statale di Milano

 

 

 

Tag: #