L’intervento ha riguardato la ristrutturazione di una ex-stamperia di immagini sacre e “santini”, di circa 300 mq di pianta, che originariamente affacciava, tramite un ampio spazio verde antistante, sulla via Argonne, ma che negli anni 60 con la costruzione di un condominio di nove piani sulla via Argonne, si è ritrovato chiuso all’interno della cortina edilizia.

I contorni della pianta rimangono quelli originari, con un unico gioco di “sottrazione”: lo svuotamento di tutte le cortine murarie del corpo sporgente verso il giardino, lasciando a vista lo scheletro originario in cemento armato, per permettere il recupero di SLP dell’originario corpo scala interno.
La distribuzione degli spazi interni viene invece completamente ribaltata: la facciata nord dell’edificio, che un tempo si affacciava direttamente su via Argonne, e che oggi si trova ad essere il primo impatto per chi entra dall’androne condominiale, diventa, in realtà, un “retro”, una corte con giardini privati ad uso delle unità al piano terreno. La facciata sud, completamente trasformata grazie al nuovo ballatoio distributivo degli open space interni, diventa il fronte principale dell’edificio, quello in cui si trovano i nuovi corpi scala e ascensore esterni, che si affaccia sul giardino interno condominiale.

Si è cercato di realizzare un intervento che mantenesse nei colori, nei volumi, nelle tipologie e dimensioni delle aperture il carattere originario, ma al contempo riqualificasse gli affacci e le esposizioni delle nuove unità abitative, perdendo l’identità di retro grazie al nuovo orientamento della costruzione con il ballatoio a sud, schermasse la radiazione solare diretta e si aprisse invece alla luce da nord.
Le tipologie distributive interne sono state lasciate alla decisione dei singoli abitanti, creando semplicemente degli spazi open space con un locale servizio, in cui ognuno ha interpretato liberamente la distribuzione interna. La tipologia a ballatoio ha favorito contemporaneamente l’incontro fra gli inquilini omaggio alla tradizione milanese delle case di ringhiera.

Progetto e Direzione Lavori
Studio BBM

Collaboratori
D. Orrù-S. Lampugnani

Committente
Società Immobiliare

Strutture
CE.AS-Ing. Bruno Finzi

Impresa realizzatrice
Emilio Diani s.n.c.-Saronno

Cronologia
Progetto 1999-2001
Realizzazione 2000-2003

Superficie Alloggi mq 1000

Tipologie abitative
Open space mq 50 – 150

Tag: # # # # # # #